ORTICOLA PER LEONARDO

Milano (MI), 2019

Omaggio a Leonardo, l’altra pergola

In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e della straordinaria riapertura al pubblico della Sale delle Asse dopo i restauri, nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, prende vita LA PERGOLA DI LEONARDO, riproduzione dal vero della decorazione che il Maestro progettò sulle pareti e il soffitto della Sala della Asse, detta allora Camera dei Moroni, nel 1498.


Il progetto infatti intende avvicinare la Sala delle Asse alla conoscenza di un pubblico sempre più vasto, portandola ‘all’esterno’ per proporne un punto di vista diverso, più prettamente botanico e paesaggistico: la realizzazione di un pergolato ‘vivo’ di gelsi propone un’opportunità che va oltre le sperimentazioni, offrendo una esperienza assolutamente reale e consentendo ai turisti e ai visitatori, non solo di conoscere l’opera di Leonardo nella sua traduzione ‘reale’, ma anche di ‘vivere’ fisicamente l’esperienza di un pergolato così come poteva essere pensato e realizzato secondo le tecniche antiche, negli anni milanesi di Leonardo da Vinci.


Nella Sala delle Asse, infatti, è rappresentata una specifica tipologia di pergolato, dove la struttura è realizzata direttamente con l’elemento vegetale: è l’organismo vivente, l’albero stesso, opportunamente coltivato e modellato, che crea il pergolato, fino a farsi vera e propria architettura verde.


I pergolati di alberi infatti sono ampiamente descritti in diversi trattati e illustrati in molte incisioni, a dimostrazione della loro presenza nei giardini di quell’epoca.

Il progetto consiste nella realizzazione di una struttura in legno, adatta all’esterno, che riproduce fedelmente forme e proporzioni della Sala delle Asse, ridotta in scala per darle dimensioni reali e consentire ai 16 gelsi (Morus alba), preparati con le giuste potature di adattarsi alla struttura sulla quale dovranno crescere.


Di stagione in stagione, i rami della nuova crescita saranno fissati al telaio della copertura così da ‘guidarli’ nella direzione voluta: in questo modo le piante verranno modellate secondo la forma desiderata, e cioè la stessa della volta della Sala delle Asse.