Restauro di un parco storico in provincia di Milano

 

Gli interventi di ripristino della vegetazione del parco romantico ottocentesco prevedono due approcci diversi per la parte sottoposta a vincolo diretto e per la parte a vincolo di rispetto.

Nella prima, caratterizzata da un lungo e ampio cannocchiale prospettico centrato sui saloni principali della villa e inquadrato da schermi arborei disposti su leggeri rilevati del terreno, il progetto consta essenzialmente del ripristino delle alberature e dei gruppi d’arbusti fioriferi scomparsi nel tempo. La piantagione di esemplari arborei ed arbustivi è limitata alle sole parti ove vi sono presenti evidenti lacune, e la scelta delle piante avviene tra le specie ornamentali tipiche dell’epoca, come Libocedrus decurrens_ in sostituzione di un esemplare in avanzata senescenza_ Cedrus libani, Paulownia tomentosa, e magnolie da fiore, ibischi e spiree.

Nella zona a vincolo di rispetto, nuove piantagioni intervengono a ricreare le caratteristiche schermature perimetrali dei parchi romantici dell’Ottocento, impiegando specie spoglianti e sempreverdi, scelte in accordo con quelle presenti nel parco storico ma anche tra quelle della tradizione del paesaggio lombardo.