GIARDINO PER IL PALAZZO DELLA TRIENNALE

Milano (MI), 2018

Otto aiuole per una nuova quinta teatrale

Il progetto nasce dalla necessità di rivalutare il giardino, in considerazione del suo ruolo nel complesso museale della Triennale: il giardino infatti ospita opere di grande valore come i Bagni misteriosi, e una importante collezione di installazioni, che sono parte integrante dell’offerta culturale della Triennale. Per dare maggior risalto alle installazioni, e al contempo sottolineare lo spazio del giardino e la sua particolare forma ad anfiteatro, sono state inserite otto nuove aiuole che creano uno sfondo, come una quinta scenica; in questo modo si valorizzano le opere, dando al contempo un limite, una soglia, che separa visivamente lo spazio del giardino rispetto al parco circostante, oltre la cancellata. In questo modo si sottolinea il suo ruolo espositivo del giardino: non uno spazio secondario ma una parte integrante del sistema museale. Dall’esterno, la quinta avrà modo di attrarre l’attenzione verso il giardino, senza svelarne subito il contenuto.

La quinta si compone di otto aiuole, dal carattere monospecifico e molto definito, caratterizzate da piante ‘architettoniche’ che, come installazioni ‘vive’, si allineano al perimetro del giardino, insinuandosi direttamente nello spazio interno per dialogare con le installazioni e con gli alberi. Le aiuole creano delle aree espositive, nelle quali emergono le opere, e si dispongono secondo inclinazioni diverse, in modo da ‘aprirsi’ verso il visitatore, creare prospettive diverse e sottolineare lo spazio dal carattere teatrale e creare spettacolo.

Nelle otto aiuole sono state messe a dimora erbacee perenni e graminacee: acanto (Acanthus mollis, A. spinosus), bergenia (Bergenia ‘Eric Smith’), carice (Carex pendula) e calamagrostis (Calamagrostis ‘Karl Foerster’). In sostituzione di un albero morto, è stata piantato un esemplare di Davidia involucrata o Albero dei fazzoletti, un albero dallo sviluppo contenuto e dalla grande ornamentalità a primavera, in corrispondenza dell’apertura annuale del giardino.