UNA TERRAZZA ALL'ULTIMO PIANO

Milano (MI), 2009

All’ultimo piano di un palazzo ottocentesco

 

In un palazzo di fine Ottocento, progettato da Luigi Broggi e decorato di lesene, fregi e formelle, vasi e pinnacoli in terracotta, un lungo spazio aperto circonda l’appartamento dell’ultimo piano.

Particolarmente assolata e calda, per questa terrazza sono state scelte piante del clima mediterraneo e specie australiane che ben si adattano al caldo afoso dell’estate cittadina: Pitosforo, lentisco, mirto, Chamaerops humilis o palma di San Pietro, ma anche Grevillea ‘Robyn Gordon’, disposte in grandi vasi di terracotta che riprendono le decorazioni della facciata.

Lungo l’alto muro che corre tutt’intorno a mezza altezza, è stata posizionata una mensola di metallo verniciato di color crema, sopra la quale sono disposti vasi rettangolari di cotto, fatti su misura, e piantati solo con Sedum palmeri, una pianta succulenta che non richiede alcuna cura e fiorisce copiosamente di giallo ad aprile.

Scopo della mensola era anche quello di nascondere l’illuminazione della terrazza: al di sotto infatti si trovano degli apparecchi che spandono una luce soffusa verso il basso, in modo da illuminare le piante senza disturbare la vista dei pinnacoli e del cielo notturno.